Le prime biciclette della storia

La prima bicicletta chiamata “velocipede” fu inventata all’inizio del 1800 e aveva un aspetto molto diverso da quelle che conosciamo oggi.

prime biciclette

img. dal web

Il velocipede

Le origine della bicicletta risalgono a oltre due secoli fa, infatti la prima “bicicletta” fu inventata nel 1817 dal barone Karl von Drais. Tecnicamente parlando, non aveva molto in comune con le biciclette moderne a cui siamo abituati oggi, infatti all’epoca era chiamata velocipede, una sorta di veicolo a propulsione umana con 2 ruote montate.

Il velocipede era privo di pedali, quindi per azionarlo dovevi correre, fu per questo che veniva chiamato anche”hobby horse“. Era molto pesante,  infatti era costruito quasi interamente in legno, con boccole in ottone e ruote cerchiate in acciaio, senza i normali copertoni in gomma dei nostri tempi, di conseguenza, pesava circa 22 kg.

Calcolando che oggi sul mercato esistono bici in carbonio sotto i 9 kg possiamo immaginare la differenza.

Il velocipede del barone Karl von Drais

L’ aggiunta dei pedali

Solo una cinquantina di anni dopo (nel 1860) cominciarono a vedersi le prime bici con pedali, con “rozzi” e stravaganti telai in acciaio, molto più leggere dei velocipedi.

I pedali all’epoca non erano connessi alla catena come lo sono le bici moderne, infatti erano attaccati direttamente alla ruota anteriore della bicicletta, ciò li rendeva molto difficili da guidare.

img. dal web

La bicicletta moderna

Solo alla fine del 1800, fu introdotta la bicicletta vera e propria, quasi come la conosciamo oggi, dotata di una ruota posteriore a catena. Tuttavia, le ruote erano spesso di dimensioni diverse e i telai sagomati in modi alquanto bizzarri.

Altre introduzioni

  • Il freno anteriore fu introdotto nel 1873 da John Kean, e man mano nel tempo comincio a diventare sempre più tecnologico, fino ad arrivare ai freni a pinza, brevettati nel 1887 da Browett e Harrison
  • I freni a disco, furono sviluppati nel 1890, tuttavia, fu solo solo nel 1962 che questi furono aggiunti ai veicoli a due ruote, come ad esempio nella Lambretta TV175 Serie 3, invece nelle biciclette i freni a disco divennero popolari solo negli anni ’90.

I freni a disco idraulici furono sviluppati nel 1994 da USA Sachs (SRAM) – il PowerDisc.

Moderno freno idraulico della SRAM Guide RE

web site: Alone in MTB